//Umberto Bossi in rianimazione, Fontana: “Sta meglio, non ci sono danni neurologici”. Oggi nuovi esami

Umberto Bossi in rianimazione, Fontana: “Sta meglio, non ci sono danni neurologici”. Oggi nuovi esami

“Il paziente è stabile e reattivo”: è il primo bollettino della giornata diffuso dall’ospedale di Circolo di Varese dove ieri è nstato ricoverato in rianimazione Umberto Bossi, ricoverato in rianimazione, dopo essere stato colpito da un malore mentre si trovava nella sua casa di Gemonio. Il fondatore della Lega è stato sottoposto a una serie di esami – come ha confermato il direttore sanitario dell’Asst dei Sette Laghi, Lorenzo Maffioli che, al momento, escluderebbero la presenza di emorragie, come ha fatto sapere il governatore della Lombardia Attilio Fontana, che assicura: “Posso dire che dalle ultime notizie sta meglio, sicuramente si è scongiurato quello che ieri si temeva, cioè che potesse essere un’emorragia cerebrale. Non c’è stato nessun tipo di danno neurologico”. Con il Senatur ci sono sua moglie Manuela e i figli. “Papà è come sempre un guerriero, siamo in attesa dei nuovi esami dopo la caduta che gli ha provocato un trauma cranico”, ha spiegato il figlio Renzo all’Adnkronos, ringraziando tutte le persone che, in questo momento, stanno mandando messaggi di vicinanza a suo padre.

in riproduzione….


Non è ancora chiaro cosa sia accaduto ieri pomeriggio al 77enne Bossi. Spiega Fontana, che ieri sera è andato in ospedale a Varese: “Pare che si sia trattato di una crisi determinata dalle alterazioni di alcuni valori del sangue, forse causate da alcune medicine che prende. Questo è quello che hanno detto i medici, quindi bene”.

Ieri pomeriggio Bossi è caduto dopo aver perso i sensi. Trasportato in elisoccorso all’ospedale di Varese, è stato sedato e intubato e sottoposto subito a una Tac. Fonti della Lega dicono che “ha passato una notte tranquilla. Non è in pericolo di vita”. Ma l’età e le condizioni generali di salute destano comunque preoccupazione.

E i messaggi di auguri per Bossi continuano ad arrivare. Tra i tanti, quello di Silvio Berlusconi: “Bossi è una brava persona e leale e siamo amici: gli voglio bene e gli mando affettuosi auguri di pronta guarigione”.